Io sto con la Natura e con il WWF: in Africa per incontrare i Gorilla di Dzanga Sangha

Voglio percorrere a ritroso la linea evolutiva della nostra specie e ritrovare le origini di quella natura umana che, oggi piú che mai, sembra andare verso l’estinzione. Vado in Africa a incontrare i Gorilla, i nostri parenti più prossimi sull’albero genealogico.

Inizio un nuovo viaggio al fianco di WWF. Ad agosto trascorro due settimane nel  Parco nazionale di Dzanga Sangha, la riserva nel cuore della Repubblica Centrafricana che ospita i Gorilla di pianura. È qui che il WWF, da oltre 20 anni, lavora per la conservazione e difesa di questi esemplari minacciati dal bracconaggio e dalla deforestazione. In alcune zone dell’Africa centrale è andato già perso il 90% di questa meravigliosa specie. 

Con l’aiuto degli operatori e ricercatori WWF, posso vivere a stretto contatto con i Gorilla, osservandone il comportamento e le relazioni. Sui miei canali social, in tempo reale, raccolgo gli appunti di viaggio e il racconto della mia esperienza. A fine viaggio, invece, produco il video ufficiale per la campagna WWF #IoStoConLaNatura che sarà presentata il 18 settembre a Roma, a supporto dei Gorilla e contro il bracconaggio. Una piaga mondiale che va fermata: uccide decine di migliaia di animali ogni giorno sotto i colpi di fucili, trappole, lacci, veleni e condanna alla fame e alla povertà intere popolazioni. Chi commercia nel mercato nero i prodotti legati alle specie protette, l’avorio degli elefanti, la carne dei gorilla, alimenta un giro di affari illegale che nel mondo vale oltre 23 miliardi di dollari l’anno. Uno sterminio che offende i principali diritti umani, lede i più comuni principi di libertà e democrazia e ostacola lo sviluppo di tanti paesi.

Il WWF combatte ogni giorno sul campo per fermare lo sterminio di elefanti, rinoceronti, gorilla. E da oggi anche io sono a loro fianco.

#iostoconlanatura

#savegorillas